Economia Circolare: l'Europa si impegni seriamente per realizzarla.

Di seguito la traduzione del mio articolo uscito su The Parliament questa settimana: L'UE HA BISOGNO DI PRENDERSI UN SERIO IMPEGNO PER ARRIVARE ALLA CIRCULAR ECONOMY "Nelle prossime settimane, la commissione Ambiente, Sanità e Sicurezza alimentare del Parlamento Europeo comincerà ad esaminare la proposta della Commissione di revisione di ben sei differenti direttive in materia di rifiuti. Lo scopo della Commissione è aggiornare la legislazione europea cosi che il trattamento dei rifiuti possa muoversi verso il concetto di Circular Economy. Sebbene questo sia un concetto relativamente nuovo nel contesto delle politiche europee, in pratica non è nulla di nuovo; infatti, numerose organizzazi

NOtang: l'ennesima inutile colata di cemento

Oggi ho incontrato Marco del comitato NO TANG e mi ha parlato dell'ennesimo scempio di cemento che vogliono realizzare tra i comuni di Vigevano, Abbiategrasso, Albairate fin su verso Magenta. Il progetto risale a parecchi anni fa, ma negli ultimi mesi ha ripreso vigore e vorrebbe vedere la luce tra il 2015 e il 2016. Il costo? 220 milioni di euro. Invece che migliorare il trasporto pubblico, preservare dei bellissimi centri storici e naturalistici alle porte di milano, sistemare il nostro territorio con bonifiche e interventi strutturali permettiamo di buttare i nostri soldi nella ennesima grande opera inutile. ‪#‎NOtang‬ !!!!!! http://www.notangenziale.org/

NO TAV: Interrogazione alla Commissione Europea

Oggi abbiamo depositato un´interrogazione sulla Tav, firmata anche da due deputate dei verdi, per chiedere alla Commissione Europea se sia normale che l'UE abbia dato il via libera alla costruzione di un'opera nel cui Studio di Impatto Ambientale possiamo chiaramente leggere che : •Aumenteranno del 10% le malattie respiratore e cardiocircolatorie per i PM10, •Aumenteranno del 15% le malattie respiratorie per il Biossido di Azoto •che ci sarà un "impoverimento della qualità dell'aria cui si possono associare potenziali effetti sulla salute pubblica" Ma che fine hanno fatto i bei propositi del "Settimo programma europeo di azione per l'ambiente" e il diritto alla salute sancito dalla carta

Talidomide, tragedia farmaceutica

Con alcuni colleghi portavoce ho incontrato i rappresentanti di associazioni italiane ed estere "Vittime Talidomide". La Talidomide è un farmaco che fu venduto tra il 1958 e il 1962 come sedativo, anti-nausea rivolto in particolar modo alle donne in gravidanza, fu ritirato dal commercio nella maggior parte dei paesi nel 1961 (in italia 1962) perché causava gravissime malformazioni ai nascituri. Casi del genere non devono essere dimenticati e soprattutto non devono più ripetersi. Questo farmaco tutt'oggi viene utilizzato per curare alcune forme tumorali (come suddetto inizialmente era venduto per la nausea!!!!) I cittadini vanno tutelati e non possono essere usati come cavie per sperimen

PER CONTATTARMI

  • Facebook - Black Circle
  • Twitter - Black Circle
  • YouTube - Black Circle
  • Instagram - Black Circle