Vergogna al Parlamento europeo: approvata direttiva che legalizza inquinanti nell'acqua

Bisogna fare una operazione verità sulla nuova direttiva sull'acqua potabile. Non è vero che si tratta di una vittoria dei cittadini, anzi. Sono stati fatti passi indietro sui Pfas, sostanze tossiche persistenti la cui presenza viene tollerata nell'acqua del rubinetto e non vietata del tutto come noi auspicavamo. Abbiamo votato contro la nuova direttiva sull'acqua potabile perché non migliora la proposta della Commissione. Inoltre, con questo testo l'accesso all'acqua non è garantito a tutti, non c'è alcun divieto di interruzione della fornitura per le famiglie disagiate che non riescono ad arrivare alla fine del mese e non c'è il quantitativo minimo vitale come raccomandato dall'Organizzazi

L'UE scelga il cambiamento e dica SÌ all'accesso all'acqua come diritto universale

di Eleonora Evi, Efdd - Movimento 5 Stelle Europa "Giù le mani dall'acqua potabile. La nuova direttiva sulla qualità dell'acqua destinata al consumo umano, che verrà votata a fine ottobre durante la plenaria di Strasburgo, ci mostrerà il vero volto dell'Europa. Noi stiamo dalla parte di tutti i cittadini europei che hanno chiesto all'UE di riconoscere l'accesso all'acqua e ai servizi igienico-sanitari di base come un diritto umano fondamentale e dei 27 milioni di italiani che hanno votato a favore del referendum sull'acqua pubblica L'acqua è di tutti! Vogliamo ribaltare il voto della Commissione Ambiente che lo scorso 10 settembre ha fatto unclamoroso passo indietro sull'accesso universale a

PER CONTATTARMI

  • Facebook - Black Circle
  • Twitter - Black Circle
  • YouTube - Black Circle
  • Instagram - Black Circle