PFAS: CINGOLANI DOVE SEI? MENTRE L’EUROPA SI MUOVE, L’ITALIA È ASSENTE



I danni dei cosiddetti #PFAS sono stimati fra i 52 e 84 miliardi di euro all'anno dall’Agenzia europea dell’ambiente, ma mentre:

- l’Unione Europea introduce limiti più stringenti per una serie di sostanze inquinanti presenti nell’#acqua potabile

- diversi Stati membri stanno introducendo restrizioni a TUTTI i PFAS

- undici paesi dell’Unione hanno chiesto a gran voce alla Commissione di non consentire ulteriormente l'utilizzo di sostanze pericolose, inclusi i PFAS, nei processi di fabbricazione dei #tessuti

l’Italia risulta NON PERVENUTA!

Un silenzio assordante, soprattutto se consideriamo i drammatici livelli di inquinamento da PFAS registrati in alcune aree, come nel territorio veneto.

Insieme a Cristina Guarda ho scritto al Ministro #Cingolani perché intervenga subito. Decine di studi dimostrano gli effetti dannosi dei PFAS sulla salute umana, come mai l’Italia continua a temporeggiare? Cingolani, se ci sei batti un colpo, non è possibile continuare a ignorare un problema che ha gravi ripercussioni sulla salute dei cittadini!

#PFAS


Lettera Ministro Cingolani su PFAS Evi - Guarda marzo 2022
.pdf
Download PDF • 260KB

Categorie
Archivio