SENTENZA STORICA: LO STORDIMENTO DEGLI ANIMALI PRIMA DELLA MACELLAZIONE NON VIOLA LIBERTÀ RELIGIOSA



La Corte di Giustizia UE ha sancito definitivamente che lo stordimento prima della macellazione è fondamentale per risparmiare agli animali inutili sofferenze e che, allo stesso tempo, non viola la libertà religiosa.

Ma perché parliamo di religione?

Tutto è nato dalla decisione della Regione belga delle Fiandre di vietare ogni deroga alla macellazione senza stordimento, di cui per anni hanno usufruito i riti religiosi.

Varie associazioni ebraiche ed islamiche avevano impugnato il decreto al fine di ottenerne l’annullamento, ma la Corte di Giustizia ha messo un punto con una sentenza storica, mettendo nero su bianco che lo stordimento dell’animale è conforme alla normativa Ue relativa alla protezione degli animali durante l’abbattimento e non viola in alcun modo la Carta dei Diritti Fondamentali dell’UE sulla libertà religiosa.

Ora gli Stati Membri potranno decidere di non concedere più nessuna deroga allo stordimento, e mi auguro che l’Italia si attivi il prima possibile per imporre l’obbligo di stordimento prima della macellazione!

Evitare sofferenze inutili agli animali è un dovere morale e civile!

Categorie
Archivio