TROPPI INQUINANTI NON SONO ANCORA REGOLAMENTATI, E A PAGARE IL PREZZO È LA SALUTE DEI CITTADINI


La #formaldeide è una sostanza dichiarata cancerogena dal 2016, eppure al momento sussistono dei valori limiti di esposizione solo per i lavoratori ma manca un valore limite che tuteli la salute pubblica dei cittadini che vivono in aree circostanti a imprese chimiche che rilasciano formaldeide in atmosfera. Pensate che in provincia di Mantova (a Viadana e Pomponesco) nel giro di 6km, viene prodotto il 12% di tutta la formaldeide europea. Significa che decine di tonnellate di emissioni di formaldeide vengono liberamente sprigionate nell’aria ogni anno, e non senza conseguenze: le indagini epidemiologiche rivelano, infatti, una relazione di casualità tra le emissioni di questa sostanza e le patologie sulla popolazione circostante gli impianti. Da lombarda non posso che essere preoccupata, e se le autorità regionali e locali non hanno mai fatto nulla per porre fine a questo scempio allora devono intervenire con urgenza le istituzioni europee. Sono anni che mi batto per i cittadini di Viadana e Pomponesco e mi auguro di poter trovare finalmente il sostegno da parte del Parlamento europeo. L’Europa può e deve intervenire per tutelare la salute di tutti. Lo studio sulla qualità dell’aria e sull’impatto degli inquinanti su salute ed ecosistemi a cui mi riferisco è disponibile qui: (https://bit.ly/37erJ9u) Qui invece trovate la bozza del rapporto del Parlamento UE sull'implementazione della legislazione europea sull'aria su cui, insieme al gruppo dei Greens/EFA in the European Parliament ho presentato degli emendamenti per chiedere alla Commissione di inserire nella Direttiva Emissioni Industriali la formaldeide tra gli inquinanti da ridurre e monitorare (https://bit.ly/3u0LjzV)

Categorie
Archivio