CASO STEFANO CUCCHI. GIUSTIZIA È STATA FATTA



La sentenza della Cassazione condanna a 12 anni di reclusione per omicidio preterintenzionale i carabinieri Alessio Di Bernardo e Raffaele D’Alessandro. Dunque Stefano è stato UCCISO DI BOTTE. Una sentenza che finalmente vede riconosciuto il coraggio indomabile di Ilaria Cucchi, che sin dall’inizio si è battuta contro la cortina di omertà e vigliaccheria di quanti hanno colpevolmente diffuso inaccettabili illazioni, negando una verità evidente da subito. Dunque giustizia è stata fatta. Ma è davvero così?

Lo chiediamo a chi, come MATTEO SALVINI, IGNAZIO LA RUSSA e CARLO GIOVANARDI hanno affermato, nell’ordine, che i carabinieri erano nel giusto, che la droga fa male, che Stefano fosse anoressico. Parole come macigni che nessuna sentenza riuscirà mai a cancellare. Parole per le quali bisognerebbe provare un’assoluta VERGOGNA e chiedere SCUSA a Ilaria Cucchi, grande donna che giganteggia in un mare di piccoli uomini, oggi resi minuscoli dall’affermazione di una innegabile VERITA’.

Categorie
Archivio