CRISI CLIMATICA E TRANSIZIONE ECOLOGICA: POLITICA ITALIANA RIMANE SORDA



La politica italiana continua a rimane sorda davanti alla #scienza e ai tanti giovani scesi in piazza per chiedere di agire con urgenza di fronte alla #crisiclimatica. Non è possibile che l’#Italia non disponga di una #leggeperilclima e continui a portare avanti un modello basato sulle fonti #fossili. Il ministro della Transizione ecologica #Cingolani, con l’appoggio del Governo, si oppone al divieto di vendita delle #auto a motore a scoppio. È in questo modo che portiamo avanti la transizione?

Inoltre, in un periodo di drammatica #siccità, è urgente ridurre e ottimizzare il consumo di #acqua: ricordo che per produrre 1 kg di #carne, ne servono 15mila litri. Ecco perché serve un cambio di passo della politica affinché il Paese abbandoni un modello basato su agricoltura industriale e #allevamentiintensivi, che puntano solo alla massimizzazione dei profitti, introduca una legge sull’#acquapubblica e metta mano seriamente alla manutenzione della rete di distribuzione idrica, oggi un colabrodo che perde il 40% dell'acqua e per la quale oggi nel #PNRR sono stanziati investimenti assolutamente insufficienti. Ancora una volta la politica italiana non ha capito le priorità e le urgenze del Paese. Mio intervento su Mattino 5

#EuropaVerde #tv #goGreens

Categorie
Archivio