DA “PRIMA GLI ITALIANI” A “PRIMA I COLOSSI DELL’ENERGIA”



Il 6 ottobre, tra le altre misure di risposta alla crisi energetica, come chiesto dai Verdi, il Parlamento Europeo è stato chiamato a esprimersi sull'aumento della tassazione sugli extraprofitti delle compagnie Oil&Gas, estendendola ad altri settori che stanno iniquamente beneficiando da questa situazione drammatica.

Che Giorgia Meloni e il gruppo politico ECR di cui il suo partito fa parte abbiano votato compattamente contro questa misura di #giustiziasociale esemplifica la linea che la stessa terrà in patria. Proprio lei che ha dichiarato di essere intenzionata a sostenere ogni azione volta a contrastare fenomeni speculativi sul costo dell’energia, non osa toccare le grandi imprese energetiche penalizzando chi non arriva a fine mese.

Per affrontare il caro-bollette, servono misure concrete, non inutili proclami: tassare gli extraprofitti per bloccare le bollette a 19 milioni di famiglie e sostenere le PMI, come chiediamo da tempo, è l’unica azione di vera giustizia sociale.

Categorie
Archivio