DONNE E BAMBINE AFGHANE, LE LORO VITE E I LORO DIRITTI IN PERICOLO



La situazione in #Afghanistan è a un punto di non ritorno: siamo di fronte alla disfatta dell'esportazione della democrazia per mezzo delle bombe.

Il Governo chieda immediatamente la convocazione del Consiglio europeo e del G7 per definire un intervento nel segno della solidarietà, con l’apertura di corridoi umanitari che consentano il collocamento delle profughe e dei profughi in tutte le nazioni dell’Europa.

È anche necessario rafforzare il ruolo della NATO e dell’ONU, elaborando un “programma di salvataggio” per l'Afghanistan, che incentivi e protegga le reti di resistenza pacifica che già esistono. Noi di Europa Verde, sin da subito, anche tramite il nostro partito europeo, stiamo verificando come sostenere concretamente queste organizzazioni con finanziamenti e mobilitando l'opinione pubblica europea.

Categorie
Archivio