E' LA GREEN ECONOMY CHE CREA LAVORO, NON TRIVELLE E CARBONE!



A #NonèlArena domenica scorsa si parlava di #redditodiCittadinanza. Una misura che noi #AlleanzaVerdiSinistra continuamo a sostenere, grazie al quale tante persone sono state raggiunte da un sostegno al reddito per affrontare condizioni di #povertà. Sebbene questa nel nostro paese sia in intollerabile e gravissimo aumento. Siamo chiaramente consapevoli della necessità di riformarlo, a partire dalle raccomandazioni del comitato scientifico guidato dalla prof. Saraceno e intervenire sulle politiche attive del lavoro.

Ma ho voluto porre un tema più generale. Come si combatte la povertà? Come si crea lavoro? Innanzitutto vanno sbloccati subito gli extraprofitti, che devono essere restituiti totalmente alle famiglie e imprese. Questa è la prima azione politica di giustizia sociale che noi chiediamo. Introdurre il salario minimo di 10 euro. Combattere la precarietà per offrire, in particolare, ai giovani la possibilità di programmare e riappropriarsi del proprio futuro. La #transizioneecologica, in questo senso è un’ottima opportunità perché genera posti di lavoro. E ho voluto dirlo in modo chiaro perchè queste destre hanno in mente tutt’altro. In Italia, per il periodo 2021-2025, è stato stimato che il fabbisogno delle imprese e delle pubbliche amministrazioni sia di 2,2-2,4 milioni di lavoratori con green skills intermedie. Ma se torniaml a #trivelle e #carbone queste opportunità di lavoro andranno perse. E non possiamo permettercelo.

Categorie
Archivio