EVI: OBIETTIVO VEICOLI ZERO EMISSIONI, HO SCRITTO AI MINISTRI CINGOLANI E GIORGETTI

Oggi ho scritto ai Ministri Cingolani e Giorgetti, insieme ai miei colleghi di delegazione, affinché si adoperino concretamente per ridurre in maniera drastica le emissioni del trasporto su strada, supportando una mobilità a zero emissioni che ci consenta di raggiungere l’obiettivo europeo della neutralità climatica” - così Eleonora Evi, europarlamentare di Europa Verde e membro titolare in Commissione ambiente.


I trasporti - aggiunge - sono responsabili di un terzo delle emissioni di gas serra nell’UE e contribuiscono in larga misura alla crisi climatica, all’inquinamento atmosferico e a quello acustico. Ciò nonostante, quello dei trasporti è l‘unico settore che continua ad aumentare il quantitativo di emissioni, invece di ridurle”.

Lo scorso 10 marzo nove Stati Membri hanno chiesto alla Commissione europea di eliminare la vendita di veicoli a combustione, seguendo il virtuoso esempio di Francia, Norvegia e Regno Unito, che hanno già stabilito una data per la loro fuoriuscita dal mercato.

Queste decisioni” - puntualizza Eleonora Evi - “sono quanto mai urgenti, stando a recenti studi, come il rapporto Net zero by 2050 dell’Agenzia Internazionale dell’Energia, secondo il quale, per limitare l'aumento della temperatura globale entro 1.5 gradi, è necessario eliminare i veicoli diesel e benzina entro il 2035”.

Si tratterebbe, tra, l’altro, di scelte ampiamente condivise dai cittadini europei, come dimostra una ricerca di Transport & Environment, secondo la quale il 63% dei residenti in zone urbane è a favore del divieto della vendita di veicoli a combustione dopo il 2030, e la percentuale è ancora più alta in città alle prese con gravi problemi di traffico urbano, come Milano e Roma.

L’europarlamentare chiede pertanto ai ministri Cingolani e Giorgetti di stabilire un obiettivo legalmente vincolante affinché tutti i nuovi veicoli siano a zero emissioni entro il 2030, con ambiziosi obiettivi intermedi di riduzione della CO2 al 2025 e al 2027; di puntare sui veicoli a zero emissioni, in luogo di quelli ibridi; di non concedere alcun incentivo per l’acquisto di veicoli a combustibili sintetici e avanzati che rallentano fortemente il raggiungimento dell’obiettivo zero emissioni.

L’Italia non può restare indietro nella corsa verso la neutralità climatica. Mentre il resto d’Europa punta alla mobilità sostenibile investendo sul futuro, noi non possiamo continuare ad investire in combustibili fossili, legandoci a filo doppio al passato” - conclude l’europarlamentare.


Lettera a Ministri Cingolani e Giorgetti
.
Download • 251KB

Categorie
Archivio