FORSE ANCORA NON E' CHIARO MA...SIAMO NEL BEL MEZZO DELLA SESTA ESTINZIONE DI MASSA!



Oggi in Commissione Ambiente si è tenuto un importante dibatitto sulla crisi di biodiversità in corso e l'aumento del rischio di pandemie. È un dato di fatto acclarato che il declino della biodiversità, nell'UE e nel mondo, sia indissolubilmente legato al cambiamento climatico, ai nostri sistemi produttivi alimentari e in particolare agricoli, all'inquinamento così come la distruzione degli habitat naturali, deforestazione e lo sfruttamento della fauna selvatica sono tristemente connessi all'emergenza e alla diffusione di malattie infettive. Ecco perchè serve una Strategia europea sulla Biodiversità al 2030 che sia ambiziosa e con obiettivi vincolanti.

Nel mio intervento mi sono concentrata solo un aspetto della Strategia relativo alla fauna selvatica.

Se da un lato la Strategia rileva la necessità di una regolamentazione più stringente del commercio di specie selvatiche - sia per prevenire che per rafforzare la resilienza a futuri focolai di zoonosi - dall’altro mancano impegni chiari in questa direzione.

Ecco perché serve maggiore ambizione. E' necessario ad esempio integrare pienamente un piano d'azione dell'UE post 2020 contro il traffico di specie selvatiche. E affinché il piano d’azione sia efficace, è determinante che riceva finanziamenti adeguati e che preveda valori di riferimento e indicatori misurabili, in modo che i progressi possano essere valutati e gli obiettivi raggiunti entro uno specifico periodo di tempo.

Inoltre, il commercio legale di specie selvatiche minaccia seriamente la biodiversità, la salute e il benessere dell'uomo e degli animali. Ecco perché dovrebbe essere affrontato attraverso l'adozione di una nuova legislazione preventiva che preveda un elenco di specie animali da compagnia consentite. In questo modo si regolamenterebbe rigorosamente il commercio di fauna selvatica secondo criteri scientifici e precauzionali, conferendo una posizione centrale al principio "non nuocere". Questo è quanto ho chiesto ai membri del panel che hanno dato conferma dell'importanza di introdurre misure di questo tipo.

Qui potete seguire l'intera diretta dell'audizione in Commissione Ambiente: https://multimedia.europarl.europa.eu/en/committee-on-environment-public-health-and-food-safety_20210114-0900-COMMITTEE-ENVI_vd?fbclid=IwAR0E3fxIf4BsS4QT40WQRXJQe47iAWR4siIb1Ddkp7RlE9yMxAmjUCvTRwQ

Categorie
Archivio

PER CONTATTARMI

  • Facebook - Black Circle
  • Twitter - Black Circle
  • YouTube - Black Circle
  • Instagram - Black Circle