FUORI DAL GAS RUSSO CON EFFICIENZA ENERGETICA E RINNOVABILI



Oggi ho presentato in Commissione Ambiente il mio parere sulla revisione della Direttiva sull’Efficienza energetica. Lo trovate qui https://www.europarl.europa.eu/.../ENVI-PA-703269_IT.pdf

La #Russia incassa ogni giorno 700 milioni di $ dalla vendita del suo #gas e con questi soldi #Putin finanzia la guerra contro l’#Ucraina.

Per questo possiamo e dobbiamo agire, sia nell’immediato, con un vero e proprio #scioperodelGAS, in solidarietà con il popolo ucraino, riducendo di qualche grado il riscaldamento delle nostre case, laddove possibile. E soprattuttto nel breve, medio e lungo termine, rivoluzionando il nostro modello energetico per costruirne uno che possa portare #PACE, democrazia, rispetto dei diritti umani, indipendenza energetica, lavoro, e fermare la crisi climatica liberandoci dalle fonti fossili.

Provate a immaginare: ogni 1% di risparmio energetico corrisponde a una riduzione del 2,6% delle importazioni di gas! Da qui la mia proposta di un target europeo di efficienza energetica del 45% entro il 2030 e di un aumento dell'obbligo annuale di risparmio energetico dall'1,5% al 2%. Rendersi indipendenti dalle fonti fossili significa preservare l’indipendenza decisionale di noi europei e i nostri principi democratici.

#ENERGYefficiency #EnergyEfficiencyFirst #GASstrike

Categorie
Archivio