IL REATO DI ECOCIDIO VENGA RICONOSCIUTO NEL DIRITTO UE!



I danni all'#ambiente causati dalle imprese non possono più restare impuniti: questo è il messaggio, forte e chiaro, che con il voto di oggi abbiamo mandato dal Parlamento europeo alla Commissione. Non è pensabile che aziende che distruggono interi #ecosistemi, danneggiando irrimediabilmente la #biodiversità e creando gravissimi danni climatici possano farla franca, com’è successo tante, troppe volte in Italia, un esempio il caso #Caffaro di Brescia.

Il principio secondo cui CHI INQUINA PAGA deve essere applicato senza sconti. Chiediamo che le aziende siano responsabili dei #danniambientali provocati non solo nell’UE, ma anche in paesi terzi, perché gli scempi vergognosi creati da colossi come #ENI non debbano ripetersi mai più. E abbiamo chiesto che si studi un sistema di garanzia finanziaria obbligatoria per evitare che i costi della riparazione dei danni ricada sui contribuenti! E chiaramente adeguate e celeri compensazioni anche per le popolazioni vittime dei danni ambientali.

È ora che il reato di #ECOCIDIO venga riconosciuto dal diritto europeo e che le aziende che inquinano vengano una volta per tutte inchiodate alle loro responsabilità!

Io sono membro della Ecocide Alliance, una alleanza internazionale di parlamentari, fondata dalla collega dei verdi @MarieToussaint, che si battono per il riconoscimento del reato di ecocidio. Più info qui https://www.ecocidealliance.org/who-we-are

Categorie
Archivio