IN COMMISSIONE PETIZIONI PER DIRE BASTA AI WET MARKET!



La #pandemia ha messo in evidenza tutta la drammaticità delle conseguenze dei #wetmarkets, che oltre a provocare indicibili sofferenze agli animali messi in vendita come oggetti, diventano vere e proprie bombe ad orologeria per la diffusione di #zoonosi.

In questi mercati, infatti, vengono venduti non solo animali domestici come cani e gatti ma anche esemplari selvatici. Tutti hanno compiuto viaggi estenuanti, ammassati e in condizioni terrificanti.

I numeri parlano chiaro: il 75% delle malattie infettive umane fino ad oggi conosciute deriva da animali e il 60% delle malattie emergenti è stata trasmessa da animali selvatici. Non ci sono soluzioni intermedie: bisogna chiudere subito questi mercati, di fronte alla pericolosità dei quali l’UE non può permettersi di rimanere indifferente! Ecco perchè ieri a Bruxelles ho difeso due #petizioni che chiedono all’Europa di fare di più.

Categorie
Archivio