LA MIA INTERVISTA SUI DIRITTI DEGLI INDIOS IN AMAZZONIA SU ULTIMA VOCE

In questo momento in Brasile si sta compiendo un ennesimo scempio ai danni dei popoli indigeni. Non soltanto questi hanno dovuto subire nel corso dei secoli, soprusi, ingiustizie e violenze ma oggi continuano ad essere minacciati. Nel 2021 non siamo ancora riusciti a garantire che i nativi possano vedere rispettato il loro diritto alla terra. Quello che sta accadendo è la classica manifestazione della politica di Bolsonaro. L’attuale presidente brasiliano, da quando ha preso il potere, non ha fatto altro che calpestare i diritti dei più deboli, in particolare indigeni. Bolsonaro sembra ascoltare solo le lobby delle industrie e dei potentati presenti in Brasile. Si deve denunciare e raccontare quanto sta accadendo. Perché l’Europa? Perché l’Europa in questo momento non sta prendendo alcuna posizione, non sta facendo dichiarazioni di denuncia. Noi, un piccolo gruppo di europarlamentari, abbiamo, una decina di giorni fa’, incontrato a Bruxell una piccola delegazione di rappresentati di popoli indigeni. L’obiettivo è quello di creare un gruppo di lavoro ed un inter gruppo che possa essere pronto e attivo nel portare avanti questa battaglia. L’Europa ha un enorme responsabilità quando porta avanti una certa politica commerciale votata alla massimizzazione dei profitti.

LEGGI INTERVITSTA COMPLETA QUI:

https://www.ultimavoce.it/diritti-dei-nativi-e-deforestazione-in-brasile-intervista-con-lonorevole-evi/

Categorie
Archivio