LEGA E FRATELLI D’ITALIA CHIEDONO SOLDI PER MURI CONTRO MIGRANTI. VERGOGNA!

"Il tentativo da parte di Lega e Fratelli d’Italia di metterci del proprio nell'ennesima vergogna europea è per fortuna naufragato” - così l’eurodeputata Eleonora Evi, co-portavoce di Europa Verde, a margine del voto odierno al Parlamento Ue.

“Oggi è stato infatti bocciato un emendamento alla relazione su politica e legislazione in materia di migrazione legale proposto dal gruppo Identità e Democrazia che invitava 'la Commissione a finanziare barriere fisiche alle frontiere esterne dell'Unione per impedire l'ingresso illegale di migranti' - aggiunge.

“L’orrore di quello che sta accadendo ai confini con la Bielorussia è davanti agli occhi di tutti, ma mentre è giusto che l’Europa inasprisca le sanzioni contro il regime bielorusso e chi lo sostiene, è fondamentale aiutare i migranti in difficoltà con un intervento immediato e prioritario di assistenza umanitaria, rifiutando con decisione la narrazione che li descrive come armi di una guerra ibrida.

La solidarietà è la nostra migliore difesa contro i regimi dittatoriali che cercano di sfruttare le persone bisognose contro l'unità europea. Pertanto la crisi al confine bielorusso non può essere risolta con la costruzione di muri e recinzioni, ma attraverso una politica di asilo pienamente funzionante, nel rispetto della Convenzione di Ginevra e del diritto UE”.

“Non possiamo dimenticare - prosegue Evi - che si tratta di poche migliaia di persone, che potrebbero essere facilmente aiutate dalla solidarietà europea, e che invece finiscono per essere strumentalizzate sia dal regime criminale di Lukashenko che dai governi sovranisti, alla ricerca di soldi europei”.

“Conforta sapere che, secondo un sondaggio SWG, la maggioranza degli Italiani si dica a favore del ricollocamento di questi migranti in UE, e decisamente contraria alla costruzione di muri. A chi, come Lega e Fratelli d’Italia, cerca di strumentalizzare quanto sta accadendo per tentare di normalizzare la politica dei respingimenti, rispondiamo con valutazioni più realistiche e con il fermo proposito di combattere per un'Europa che si mostri all’altezza dei valori e dei princìpi che abbiamo messo alla base della nostra Unione” - conclude l’eurodeputata.


Categorie
Archivio