LEGGE SU SPIEDO BRESCIANO. VERGOGNA!



Inspiegabile, anacronistica e scellerata.

La legge votata al Consiglio Regionale della Lombardia per reintrodurre l’uccisione di uccelli selvatici per la preparazione dello spiedo. Si tratta di una legge sconsiderata sotto molteplici punti di vista. In primis va a danneggiare ulteriormente l’avifauna migratrice, già messa a dura prova nel nostro territorio; in secondo luogo rischia di stimolare il mercato illegale, alimentando un colossale commercio in nero, che rappresenta già un evidente problema, come dimostrano i reiterati sequestri, operati dai Carabinieri Forestali, di uccelli destinati al consumo alimentare. Infine, questa legge avrà gravissime ricadute dal punto di vista sanitario, se consideriamo che gli animali ceduti dai cacciatori ai ristoratori sono esenti dall’obbligo di controlli sanitari, in una regione già ad alto rischio di diffusione dell’influenza aviaria, una patologia che il centro nazionale per l’influenza aviaria indica come possibile futura pandemia.

Lega, Forza Italia e Fratelli d'Italia, che hanno sostenuto questa proposta, hanno evidentemente un’opinione distorta del significato di tutela delle tradizioni culturali del territorio. Per questo unisco la mia voce a quella delle tante associazioni animaliste e ambientaliste che oggi hanno protestato fuori dal consiglio regionale. Noi di Europa Verde eravamo li al loro fianco.

Categorie
Archivio