PARITA’ SALARIALE OK, MA SERVONO CAMBIAMENTO CULTURALE E RIFORME STRUTTURALI



Il Sì della Camera alla legge sulla #paritàsalariale è un importante, per quanto tardivo, primo passo. In attesa della decisione del Senato, tuttavia, fa bene ricordare che garantire la stessa retribuzione è un diritto già sancito dalla legge italiana, oltre che dai Trattati europei. Se troppo spesso resta inapplicato è perché gli ostacoli sono anche di natura culturale. Ecco perché bisogna rimuoverli per rafforzare il nostro sistema democratico nel suo insieme, perché la sotto rappresentazione femminile nel mercato del lavoro causa anche disparità di partecipazione al processo decisionale.

La parità salariale da sola non basta: bisogna assicurare le stesse opportunità imprenditoriali, consentire di fatto un equilibrio tra vita privata e professionale, promuovere un fisco amico delle donne, spesso penalizzate da imposte inique. La crisi economica causata dalla pandemia ha danneggiato soprattutto le donne, a dimostrazione di un modello economico fallimentare. Per questo è importante che l’auspicata transizione verso un’economica circolare, settore nel quale le donne hanno dato e possono continuare a dare un enorme contributo in termini di idee e di progettualità, si realizzi presto e fattivamente. Quindi, ottimo primo passo, ma servono cambiamenti culturali e adeguate riforme strutturali per una piena ed effettiva parità di genere.

#paritàsalariale #genderequality

Categorie
Archivio