SICUREZZA ALIMENTARE. ABBANDONARE GREEN DEAL NON E' LA SOLUZIONE



La carenza di produzione di cibo in Ucraina richiede un’azione umanitaria urgente. Chi vuole destabilizzarci cercherà di ridurre le nostre possibilità di raccolto e renderci sempre più vulnerabili in futuro, in modo da far deragliare le ambizioni dell’UE su un futuro alimentare sostenibile.

L’azione a breve termine per salvaguardare la sicurezza alimentare nell’UE deve essere duplice.

Abbiamo bisogno di azioni umanitarie concrete per aiutare la gente in Ucraina. Allo stesso tempo, abbiamo bisogno di rafforzare la sicurezza alimentare nell’UE per diventare più resistenti contro le crisi future.

Con i Greens/EFA abbiamo pertanto presentato una proposta di Risoluzione con la quale abbiamo chiesto, tra le altre cose, che la Commissione ponga un freno temporaneo all’uso di colture commestibili per la produzione di agrocarburanti per almeno 2 anni. Nel 2021, infatti, l’UE ha prodotto 4950 milioni di litri di bioetanolo da colture e 12.330 milioni di litri di biodiesel da oli vegetali. Ciò vuol dire 11 milioni di tonnellate di cereali e 8,6 milioni di tonnellate di oli vegetali che potrebbero essere reindirizzati al consumo umano e animale. Chi può accettare che tali quantità di colture commestibili non vadano alle persone bisognose, ma alimentino invece le automobili di un gruppo di pochi ricchi?

Purtroppo la risoluzione adottata in luogo della nostra segna una sonora sconfitta per il Green Deal, facendo una vistosa marcia indietro rispetto alle richieste dei cittadini e alle urgenti necessità della biodiversità e del clima, usando cinicamente e opportunisticamente la guerra come pretesto per assicurare l'alimentazione animale, sostenere il settore in declino della carne suina e deviare terreni e colture verso il biocarburante, senza affrontare i bisogni della sicurezza alimentare in quanto tale.

Con la risoluzione adottata, si decide di fatto di usare pesticidi chimici in aree di interesse ecologico, aumentando le rese produttive fino al 36%.

Di, seguito, le due risoluzioni.

RISOLUZIONE proposta dai GREENS/EFA:

https://www.europarl.europa.eu/doceo/document/TA-9-2022-0099_IT.pdf

RISOLUZIONE adottata:

https://www.europarl.europa.eu/doceo/document/TA-9-2022-0099_IT.pdf



Categorie
Archivio