STOP ALLA BARBARIE DELLE ARAGOSTE BOLLITE VIVE



Oggi ho firmato insieme ai miei colleghi un emendamento affinché la Commissione europea estenda al più presto la legislazione sul benessere animale anche agli invertebrati marini. Siamo di fronte ad un inspiegabile vuoto legislativo che di fatto consente in molti Stati membri il protrarsi di pratiche disumane, come quella di bollire vivi granchi ed aragoste. Chi adotta queste pratiche dimentica che i pesci e gli altri invertebrati marini sono essere senzienti, ai quali dovrebbero essere risparmiate inutili sofferenze.

Il supplizio di questi animali è stato dimostrato da molti studi, tra i quali quello condotto dalla British Veterinary Association, che rileva come possono essere necessari fino a tre minuti prima che un granchio muoia in acqua bollente e anche di più per un’aragosta. Un tempo interminabile, durante il quale l’animale prova atroci sofferenze.

È ora che l’Europa metta fine a queste pratiche impietose e indegne di paesi civili.

Categorie
Archivio