TACI, DONNA!



L’immagine che state vedendo non è un fake, ma sono i dati diffusi da #Agcom sul tempo di parola dato alle donne nei tg nel corso dell’ultima campagna elettorale.

Eh sì, abbiamo un problema.

Anche nella “civilissima” Italia, che ad alcuni politici piace descrivere come esempio fulgido di #democrazia e #uguaglianza, a quanto pare le #donne non hanno diritto di parola. E non parliamo delle eccezioni, che, in quanto tali, esistono per definizione, ma della realtà quotidiana. E a chi obietta che i dati rispecchiano anche una minore presenza femminile in politica, rispondiamo: certo, e anche questo è un problema. Culturale in primis, determinato da quel modello #patriarcale che relega la donna ad un ruolo di subalternità e che, quando esprimi un’opinione politica, si arroga il diritto di sminuirti con sorrisi compiaciuti o appellativi irriguardosi, come quello che mi è stato rivolto in Tv da un giornalista. La strada da percorrere è ancora lunga e in salita e richiede l’impegno di tutte e tutti, nessuno escluso.

Categorie
Archivio