TRUMP CONCEDA LA GRAZIA PRESIDENZIALE AD EDWARD SNOWDEN



Ho sottoscritto insieme ad altri eurodeputati una lettera a Trump in cui chiediamo che venga data la grazia presidenziale a Snowden.


Nel 2013 Snowden ha rivelato al mondo i dettagli dei programmi di sorveglianza di massa del governo USA, sottolineando come l’utilizzo della Rete da parte degli Stati Uniti fosse una potenziale minaccia ai diritti civili dei cittadini. Internet è un mezzo potentissimo che non dovrebbe mai essere sfruttato dai governi per controllare i propri cittadini. Come diceva Grillo, «Siamo intercettati? Non è una novità. Ho paura di questa realtà ma ho anche fiducia che uno come Snowden metta in crisi un sistema. Snowden per me è un genio».

Per evitare l'estradizione, da allora Edward Snowden è rimasto in Russia e il suo caso ha evidenziato il ruolo fondamentale che i "whistleblower" svolgono nella difesa dei diritti fondamentali e nella protezione dei nostri principi democratici.


Anche il Parlamento europeo, il 29 ottobre 2015, ha riconosciuto il ruolo di "informatore e difensore internazionale dei diritti umani" di Edward Snowden ed ha chiesto agli Stati membri dell'UE di offrirgli protezione e impedire l'estradizione o la consegna da parte di terzi.

Recentemente il presidente degli Stati Uniti ha dichiarato di avere intenzione di riesaminare il caso di Edward Snowden. Ci auguriamo che Donald Trump prenda davvero in considerazione la possibilità di graziare Snowden e gli permetta di tornare a casa dal suo “esilio” di 7 anni in Russia. Se davvero vogliamo costruire una società più trasparente non possiamo permettere che vengano perseguitati proprio coloro che rischiano in prima persona pesanti ripercussioni e mettono l'interesse pubblico al di sopra del loro benessere personale e della loro sicurezza.

Categorie
Archivio