• eleonora evi

I COSTI DEI DANNI AMBIENTALI NON DEVONO RICADERE SUI CITTADINI!


I costi dei danni all’ambiente non dovrebbero ricadere sulle spalle dei cittadini ma dovrebbero essere pagati dalle industrie che quel danno l’hanno causato e da quei governi che, ancora oggi, in Europa, restano a guardare invece di combattere il cambiamento climatico.

Per questo, nella Commissione Ambiente del Parlamento europeo, ho presentato un progetto pilota per promuovere lo sviluppo dell’”Attribution Science”. Si tratta della scienza che permette di collegare un particolare evento climatico estremo, come le sempre più devastanti e frequenti alluvioni o siccità, alle responsabilità di un’impresa e dei governi, permettendo così di applicare veramente il principio del CHI INQUINA PAGA!

Grazie al perfezionamento dell'Attribution science, quando si verificheranno questi eventi climatici, sarà possibile identificare in maniera sempre più precisa i responsabili di quelle azioni (o inazioni) che li hanno alimentati, comprese quelle che hanno portato alla distruzione di biodiversità e di habitat naturali ad un ritmo senza precedenti nella storia dell'umanità, considerati tra le cause della maggiore diffusione di malattie trasmesse dagli animali all'uomo, proprio come il COVID-19.




PER CONTATTARMI

  • Facebook - Black Circle
  • Twitter - Black Circle
  • YouTube - Black Circle
  • Instagram - Black Circle