LA COMMISSIONE MI DA’ RAGIONE: L’ITALIA HA VIOLATO NORMATIVA EUROPEA SUI PESTICIDI



Il ritardo dell’Italia nella presentazione del Piano nazionale sui #Pesticidi è del tutto inaccettabile e a dirlo ora è anche la Commissione europea, in risposta alla mia interrogazione parlamentare, con la quale chiedevo di far luce su questo ritardo e sulla violazione della Direttiva sull'utilizzo sostenibile dei pesticidi. La risposta della Commissione non avrebbe potuto essere più chiara: in occasione dell’audit della Commissione, nel marzo 2021, l’Italia aveva non solo adottato il piano d'azione nazionale iniziale con 14 mesi di ritardo, ma anche accumulato un ulteriore ritardo di circa due anni nell'adozione del piano d'azione nazionale riveduto che, come se non bastasse, ad oggi non è stato ancora presentato dalle autorità italiane alla Commissione.


Questo ritardo costituisce una chiara violazione dell'articolo 4 della direttiva 2009/128/CE e dell'obbligo per ogni Stato membro di redigere e di rivedere ogni cinque anni il Piano nazionale sui Pesticidi. Il fatto che il nostro piano non venga rivisto dal 2014 dimostra quanto il Governo sottovaluti i danni dei pesticidi per la salute umana, soprattutto per i soggetti più vulnerabili, come i bambini e i nascituri, per i quali i pesticidi chimici rappresentano un pericolo concreto nello sviluppo cognitivo. Ricordo che, come rilevato da un recente rapporto ISPRA, in Italia si usano 114.000 tonnellate l’anno di pesticidi, sostanze che finiscono nel #cibo che portiamo in tavola ogni giorno, ma anche nelle #acque superficiali e sotterranee.


Sono quindi soddisfatta che la Commissione europea abbia accolto il mio appello, sollecitando le autorità italiane a provvedere urgentemente affinché la normativa europea in materia di pesticidi trovi applicazione tempestiva ed efficace.


📌LEGGI MIA INTERVISTA CON Il Salvagente:

https://ilsalvagente.it/2022/02/01/pesticidi-la-commissione-ue-bacchetta-litalia-e-in-colpevole-ritardo/


📌LEGGI MIA INTERROGAZIONE:

https://www.europarl.europa.eu/doceo/document/E-9-2021-005470_IT.html

Categorie
Archivio