NELLA GIORNATA MONDIALE DEGLI OCEANI CHIEDIAMO UNA NORMATIVA CHE LI PROTEGGA!


Negli ultimi 50 anni, quasi il 50% della vita marina è andato perduto e un altro 30% è a rischio. Dobbiamo SALVARE GLI #OCEANI e proteggere la #biodiversità marina. Ecco perché dobbiamo chiedere al governo di agire con azioni efficaci, non con vane promesse.

I nostri oceani rendono possibile la vita sulla Terra, producono oltre la metà dell'ossigeno che respiriamo e sono una fonte di cibo, reddito e svago per le persone di tutto il pianeta. Gli oceani assorbono anche grandi quantità di anidride carbonica, il che li rende un importante strumento di difesa contro la #crisiclimatica. Ma i nostri oceani e la vita marina che ospitano sono oggi più minacciati che mai. La pesca eccessiva, i #rifiuti marini, l'inquinamento industriale e le #trivellazioni offshore contribuiscono arrecano un danno terribile alla vita marina. Oggi, meno dell'8% degli oceani è protetto legalmente e solo nel 2% sono realmente vietate la pesca e le altre attività umane.

Ma ora i governi di tutto il mondo hanno un'altra possibilità per rimediare. Si incontreranno dall'11 al 24 ottobre alla #Conferenzadelle NazioniUnite sulla #biodiversità, per concordare nuovi modi per proteggere e ripristinare la #natura, sia sulla terraferma che negli oceani.

Come Greens chiediamo che entro il 2030:

- almeno il 30% degli oceani globali venga messo sotto protezione legale, con almeno il 10 % rigorosamente protetto, il che significa che è consentita solo un'attività umana minima;

- venga istituito un meccanismo efficace per garantire il raggiungimento di questi obiettivi;

- si ponga fine alle pratiche di pesca distruttive come la #pescaastrascico, e si riducano di almeno il 50 % le fonti di inquinamento degli oceani, come i rifiuti in #plastica.


Aiutaci a far arrivare le nostre richieste ai ministri dell’Unione europea.

Firma qui!

http://greens.eu/saveouroceans

#SaveOurOceans

#WorldOceansDay


Categorie
Archivio